26 RALLY VALLECAMONICA,  Ponte di Legno  7.09.2008

I BERGAMASCHI DANIEL GIACONIA E MASSIMO TORRI (PEUGEOT 207 SUPER 2000-POWER CAR) TRIONFANO NEL 26 RALLY VALLE CAMONICA ORGANIZZATO DA PSA, PRECEDENDO I BRESCIANI CRISTIANO MANZINI E MICHELE LUCCHI (207 S2000-RACING LIONS) NEOCAMPIONI LOMBARDI. TERZI LUCA TOSINI E SIMONA GIRELLI (RENAULT CLIO R3), QUARTO DUCOLI-MAIFREDINI (MITSUBISHI) PRIMI DI GR.N. DEI 119 EQUIPAGGI AL VIA SONO 81 QUELLI ARRIVATI NEL CENTRO STORICO DI PONTE DI LEGNO.
 

Con una straordinaria dimostrazione di forza e resistenza, i bergamaschi Daniel Giacona e Massimo Torri, su Peugeot 207 Super 2000 del team Power Car, scuderia Rally Time, trionfano nel 26 Rally Valle Camonica, ultima e decisiva gara del Challenge zona 2, il campionato regionale lombardo. Desta impressione la dinamica vincente ma sofferta con cui Giacona  (il pap di origini palermitane, il pilota nato e cresciuto nella bergamasca) ha colto l'assoluta: "Sabato sera eravamo seriamente preoccupati - ha riferito dopo il traguardo Daniel -. Avevamo rifatto il sedile e, dopo le verifiche, dopo un rapidissimo test di 800 metri lungo la statale del Tonale ci siamo resi conto che il motore non rendeva ai bassi, occorreva intervenire con urgenza. Il team Power Car si riunito, con noi stato deciso di riportare la macchina in sede a Schio. Dalle ore 22 alle 4 del mattino i meccanici hanno sostituito centralina, cablaggi ed altri particolari tecnici. Noi non abbiamo dormito proprio bene sabato notte in Val Camonica.... Alle ore 7 la macchina tornata a Ponte di Legno. Non nego la preoccupazione nostra e del team per capire quale sarebbe stato l'esito del faticoso ritorno in sede e dell'intervento blitz nel Vicentino. Siamo partiti ed abbiamo subito capito che il motore girava benissimo. Piuttosto dovevamo regolare al meglio l'assetto tra ammortizzatori e gomme ideali con asfalto a tratti umido e bagnato. Dopo le prime tre prove test, al primo parco di Edolo abbiamo perfezionato l'assetto. Da quel momento la macchina stata perfetta. E il risultato straordinario".
Al secondo posto assoluto hanno concluso i neocampioni regionali lombardi, i bresciani Cristiano Manzini e Michele Lucchi su Peugeot 207 S2000 team Racing Lions. Giacona, 34.enne imprenditore pelletterie di Scanzorosciate, alle porte di Bergamo, ha staccato Manzini di oltre un minuto.  Ma se Giacona apparso imprendibile, con una condotta grintosa e spettacolare, aliena dal bench minimo errore di guida, il bresciano giunto secondo ha badato dunque pi ad arrivare secondo senza alcun rischio, giacch per lui la posta in gioco leggasi titolo lombardo di Challenge zona 2 era altissima. E non voleva assolutamente fallire. "Non ho mai forzato pi di tanto - ha confidato Manzini - : la posta in gioco era il campionato Challenge zona 2 Lombardia ed mi era vietato sbagliare. Dovevo arrivare e distanziare Alborghetti e Vittalini. Missione compiuta!".
Al secondo posto della serie regionale ha chiuso l'orobico Rudy Alborghetti con Cristina Biasuzzi (Peugeot 106 GTI), settimi assoluti ed autori di una gara maiuscola con un'auto 1600 cc. decisamente meno competitiva di quella di Manzini (Super 2000 4x4). Alborghetti si aggiudicato il Challenge regionale di classe A6 e coglie a Ponte di Legno una serie di ottimi tempi in prova ed ovazioni sul palco d'arrivo dove un numeroso pubblico ha inneggiato il suo nome. Terzo posto assoluto, autore dell'ennesima fantastica prova, per la coppia formata dai camuni Luca Tosini e Simona Girelli: il driver di Ceto, con la Renault Clio R3 della DP Autosport, ha staccato di 1'32 i comaschi Marco Asnaghi e Maurizio Castelli (Clio R3-Pini Racing) che hanno chiuso al sesto posto.
Per Luca Tosini questa l'ennesima brillante prestazione di un pilota camuno, figlio d'arte dello scomparso Pietro Tosini: segnalatosi come ottimo pilota da salita, ora il portacolori della DP Autosport ha consolidato la sua fama come pilota vincente pure nei rally e ad aiutarlo nelle difficili imprese la valente navigatrice di Borno, Sima Girelli.
Da segnalare che, tra i ritirati eccellenti, figurano Gianpiero Antonelli (Peugeot, motore, dopo 4 prove era al comando con 5 su Giaconia) e Christian Tavelli (Peugeot, frizione, dopo tre prove era 3 assoluto). Se Antonelli fosse rimasto in gara il pubblico lungo le prove avrebbe goduto di un duello rusticano straordinario. Non stato cos e l'incolpevole "Gera" Antonelli e il team Balbosca che ha ritirato da pochi giorni da Peugeot Sport l'esemplare della nuova S2000 danno l'appuntamento alla Ronde Camuna di inizio novembre. Ottima gara anche da parte del driver di Botticino Sera, Christian Tavelli, che in poche prove ha impressionato per ritmo e convinzione.
Quarto posto acciuffato in extremis da parte dei camuni Felice Ducoli e Giovanni Maifredini su Mitsubishi Lancer EvoIX della G.Car Sport, dominatori del Produzione e fortunati nel precedere nel finale i comaschi Maurizio Mauri e Giovanni Frigerio, primi di Super 1600 con la Clio-Bluthunder, autori di una foratura che ha fatto perdere un minuto e  una posizione assoluta.
Ottavo nella generale e primissimo di classe N2000 l'inarrestabile orobico Eugenio Lozza (Clio Rs-Ciemme Racing): per il bergamasco, che da 27 anni si avvale della navigatrice Antonella Fiorendi (divenuta sua moglie),  l'ennesimo brillante risultato. Lozza ha preceduto il bresciano Massimo Corsini (Clio S1600-Top Rally) e Gianluigi Carpelli (Clio S1600-Mirabella).
La gara, organizzata dalla PSA, ha visto come l'edizione 2007 una straordinaria ed esemplare accoglienza da parte del Comune di Ponte di Legno, ai piedi del magnifico ghiacciaio del Tonale, una stazione sciistica in fase di piena promozione ambientale e turistica. Dei 119 equipaggi partiti, sono 81 i concorrenti che hanno regolarmente concluso e sono stati accolti trionfalmente in una festa spontanea inscenata nello stupendo centro storico di Ponte di Legno.

UFFICIO STAMPA
 


Giaconia-Torri
(Peugeot 207 S2000)


Manzini-Lucci
(Peugeot 207 S2000)


Tosini-Girelli
(Renault Clio R3)


Ducoli-Maifredini
(Mitsubishi Evo IX)

 


CLASSIFICA GENERALE FINALE
 1.Giacona Torri (Peugeot) in 58'203; 2.Manzini-Lucchi (Peugeot) a 1'043; 3.Tosini-Girelli (Renault, 1 cl.R3) a 2'088; 4.Ducoli-Maifredini (Mitsubishi) a 2'595; 5.Mauri-Frigerio (Renault, 1 cl. Super 1600) a 3'399; 6.Asnaghi-Castelli (Renault, 2 cl.R3) a 3'402; 7.Alborghetti-Biasuzzi (Peugeot, 1 cl.A6) a 3'572; 8.Lozza-Fiorendi (Renault, 1 cl. N3) a 4'313; 9.Corsini-Migliorini (Renault, 2 S1600) a 5'035; 10.Carpelli-Di Lauro (Renault, 3 cl. S1600) a 5'037.
Seguono altri 71 equipaggi.

 

Alborghetti-Biasuzzi (Peugeot 106 Rally)

 

Mauri-Frigerio (Renault Clio S1600)

 

Dove abbiamo scattato le foto del nostro servizio

Per le classifiche collegarsi a
http://www.psarally.com/file/vallecamonica/index.html